Crea sito


Tutte le novità dal mondo informatico

29 giu

Il produttore Russo Kaspersky a Roma ha presentato i nuovi software Anti-virus e Anti-Malware che, oltre alla confezione rinnovata, riportano la sigla 2010 e alcuni miglioramenti sotto il profilo tecnico.

Sarà possibile acquistare i nuovi programmi Kaspersky Internet Solution (KIS) e Kaspersky Anti Virus (KAV) nei negozi da settembre.
È possibile sin da ora acquistare la nuova versione dal sito ufficiale.

28 giu

Quando è stata rilasciata la prima RC di Mozilla Firefox sembrava che dovesse essere l’unica prima del lancio ufficiale fissato per il 30 Giugno, invece dopo pochi giorni è stata rilasciata una seconda RC e due giorni fa una terza.

I cambiamenti apportati in questa Release Candidate sono pochissimi e tutti sulla base dei feedback provenienti dagli utenti.

E’ possibile scaricare Mozilla Firefox 3.5 RC 3 qui:

Firefox 3.5 RC3 per Windows

Firefox 3.5 RC3 per Linux

Firefox 3.5 RC3 per Mac OS X

23 giu

Si temeva che con l’uscita di Windows 7, il sistema operativo Windows XP sarebbe andato definitivamente in pensione.
Invece, comunicano da casa Microsoft che sarà disponibile in downgrade fino al primo aprile 2011.

Il downgrade consiste nella possibilità di passare da Windows Seven a Windows XP Professional o a Windows Vista Business o Ultimate.
Purtroppo se Windows rilascerà un nuovo Service Pack per Windows 7, si annullerà la possibilità di downgrade a XP.
Il passaggio a Vista sarà ancora consentito.

22 giu

A pochi giorni dal rilascio della prima Release Candidate Mozilla ha reso disponibile per il download la nuova RC2 di Firefox 3.5.
Questa versione corregge alcuni piccoli bug e migliora la stabilità del browser.

L’update è stato automaticamente comunicato a tutti i tester di questa versione, è inoltre possibile scaricare una versione Stand Alone dal sito FTP di Mozilla.

Secondo quanto sostiene Betanews queste migliorie permettono, sotto Windows, di avere una velocità del 30/40% superiore.

Mentre il rilascio della versione finale si avvicina, Mozilla sta lavorando alla nuova release del browser, chiamata Firefox 3.6 o Namoroka (nome in codice) e si pensa che la prima versione Alpha sarà rilasciata quattro settimane dopo il lancio di Firefox 3.5 quindi tra fine luglio e inizio settembre.

20 giu

Sempre più persone chiedono maggiore sicurezza per le web applicazioni di Google.
Da Mountain View fanno sapere che già da tempo è attiva la possibilità di inviare email crittografate tramite Gmail. Per farlo bisogna solo inserire una “s” dopo http nell’indirizzo internet di Gmail. In questo modo: “https://sito.it”. È inoltre possibile inserire questa impostazione nei default.

Però, gli utenti chiedono maggiore sicurezza anche sulle altre applicazioni di Google come Google Docs e Calendar, programmi che contengono sempre di più dati sensibili.
La società di Mountain View, per bocca di uno dei suoi ingegneri, Alma Whitten, s’è detta favorevole a implementare l’adozione di Https quale protocollo di default. Tuttavia vuole prima assicurarsi che ciò non comporti effetti negativi per gli utenti, come un rallentamento del servizio a livelli inaccettabili.

Non ci resta che attendere e vedere come si sviluppa questa questione spinosa.

17 giu

A meno di una settimana dal lancio dell’anteprima, Mozilla ha reso pubblica la RC di Firefox 3.5.
Questa versione, anche se considerata stabile, non è ancora adatta all’utente comune. Infatti, è dedicata agli sviluppatori e ai tester.
L’attesa per la versione finale sarà ancora lunga, infatti questa Release Candidate è stata denominata RC 1 e si presuppone quindi che ne arriveranno altre prima del lancio ufficiale.

Quali sono le novità?

Le novità portate da Mozilla sono molteplici:

  • Nuovo motore JavaScript Tracemonkey
  • Motore html jeco 1.9.1 con prashing speculativo (permette visualizzazione più rapida delle pagine Internet)
  • Supporto nativo per JSON
  • Supporto per html 5 e i suoi supporti audio video
  • Compatibilità con gli standard CSS 2.1 e CSS 3
  • Compatibilità con i formati Ogg Vorbis (audio) e Ogg Theora (video)
  • Compatibilità con i formati JavaScript, API di geolocalizzazione di W3C e la possibilità di far funzionare applicazioni non in linea.

È possibile scaricare la versione Release Candidate 3.5 di Firefox qui:

Firefox 3.5 per Windows

Firefox 3.5 per Linux

Firefox 3.5 per Mac OS X

15 giu

Linux è il primo sistema operativo che dispone di un driver per le nuove perfiriche USB 3.0.
Ad annunciarlo è stato uno degli sviluppatori dell’Open Source Technolgy Center, Sarah Sharp, che sul proprio blog ha inserito le istruzioni per scaricare e installare i nuovi driver.

Assicura inoltre, che al più presto essi verranno inseriti nel Kernel di Linux.
Questo è il risultato di un anno e mezzo di studi ed è rivolto alle aziende produttrici di periferiche USB 3.0, poiché il pubblico non può sfruttarlo in quanto non esistono attualmente sul mercato periferiche che sfruttano questa tecnologia.
La programmatrice spiega che durante un test eseguito lo scorso anno l’interfaccia usb di nuova generazione è riuscita a raggiungere velocità 3.5 volte superiori rispetto a quelle di usb 2.0.

Breve dizionario:

Linux: Questo termine non avrebbe bisogno di essere citato in questo dizionario poiché di conoscenza pubblica. Però, è bene fare un minimo di chiarezza!
Linux (o GNU/Linux) è un sistema operativo libero di tipo Unix (o unix-like) costituito dall’integrazione del kernel Linux con elementi del sistema GNU e di altro software sviluppato e distribuito con licenza GNU GPL o con altre licenze libere. Linux è in realtà il nome del kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che, integrato con i componenti già realizzati dal progetto GNU (compilatore gcc, libreria Glibc e altre utility) e da software di altri progetti, è stato utilizzato come base per la realizzazione dei sistemi operativi e delle distribuzioni che vengono normalmente identificate con lo stesso nome. Secondo Richard Stallman, fondatore del progetto GNU, e secondo la Free Software Foundation, la dicitura Linux (senza prefisso “GNU/”) per l’intero sistema operativo sarebbe erronea in quanto il nome Linux è attribuibile al solo kernel e il sistema, strutturato a partire dai componenti dell’originale progetto GNU, dovrebbe più propriamente chiamarsi GNU/Linux. Secondo altri e secondo l’uso della maggior parte degli utenti e degli sviluppatori e delle società coinvolti nello sviluppo del sistema operativo e del software ad esso collegato, il nome Linux è ormai divenuto sinonimo di sistema “Linux based”, cioè di sistema basato sul kernel Linux (vedi anche Controversia sul nome GNU/Linux).
Il nome Linux a dispetto dell’assonanza tra il nome dell’ideatore e quello del sistema (LINus UniX) è da attribuire a Ari Lemke, l’amministratore che rese per primo disponibile Linux su Internet via FTP. In particolare Linux era il nome della directory in cui risiedevano i file del nuovo sistema operativo. Il nome scelto da Torvalds era Freax, una combinazione tra “free”, “freak” e “x”, per indicare la caratteristica di un sistema Unix-like.
Molto conosciuto nell’uso server, Linux gode del supporto di società come IBM, Sun Microsystems, Hewlett-Packard, Red Hat e Novell ed è usato come sistema operativo su una gran varietà di hardware; dai computer desktop ai supercomputer, fino a sistemi embedded come cellulari e palmari, e ai netbook.
È anche un componente indispensabile del software per server LAMP, che ha raggiunto un’ampia popolarità tra gli sviluppatori web, e che è presente nella maggior parte dei server di tutto mondo.
Con l’evoluzione di ambienti desktop come KDE e GNOME, il sistema offre una interfaccia grafica simile a quella di Microsoft Windows o di Mac OS X, più vicina alle esigenze degli utenti meno esperti, rendendo il passaggio da un sistema all’altro meno traumatico.

Kernel: Il kernel Linux è un software libero distribuito con licenza GNU General Public License; è stato creato nel 1991 da Linus Torvalds. Integrato con il Sistema GNU, sviluppato da Richard Stallman, ha dato vita al sistema operativo GNU/Linux (chiamato comunemente con il solo nome Linux).
Il kernel è il “cuore” di un sistema operativo (nucleo) e fornisce tutte le funzioni essenziali per il sistema, in particolare la gestione della memoria, delle risorse del sistema e delle periferiche, assegnandole di volta in volta ai processi in esecuzione. La controparte del kernel è la shell, ovvero l’interfaccia utente del sistema, la parte più esterna. I programmi chiedono le risorse al kernel attraverso delle chiamate (system call) e non possono accedere direttamente all’hardware. Il kernel si occupa quindi di gestire il tempo processore, le comunicazioni e la memoria distribuendole ai processi in corso a seconda delle priorità (scheduling).
L’architettura scelta da Torvalds per il kernel (ovvero una struttura monolitica, considerata da alcuni obsoleta a differenza della più moderna architettura a microkernel) fu causa di un dibattito molto acceso con Andrew S. Tanenbaum nel 1992 sul newsgroup comp.os.minix. Sebbene oggi il kernel possa essere compilato in modo da avere un’immagine binaria ridotta al minimo e i driver caricabili da moduli esterni, l’architettura originaria è chiaramente visibile: tutti i driver infatti devono avere una parte eseguita in kernel mode, anche quelli per cui ciò non sarebbe affatto necessario (ad esempio i driver dei file system).
Come ogni progetto che sia software libero, anche il kernel Linux è in continua evoluzione e le nuove release sono reperibili sul sito http://www.kernel.org . La dimensione del kernel Linux cresce in maniera esponenziale, aggiungendo nuovi moduli, nuovo hardware supportato e così via.
Linux è un kernel che supporta il multitasking ed è multi utente. Ciò permette che diversi utenti (con privilegi differenziati) possano eseguire sullo stesso sistema diversi processi software in simultanea. Attualmente linux supporta gran parte dell’hardware disponibile per PC e supporta un numero enorme di architetture (tra cui SPARC, PowerPC e le più moderne CPU a 64 bit).
Dato che il codice sorgente di Linux è disponibile a tutti, è ampiamente personalizzabile, al punto da rendere possibile, in fase di compilazione, l’esclusione di codice non strettamente indispensabile. La flessibilità di questo kernel lo rende adatto a tutte quelle tecnologie embedded emergenti e anche nei centri di calcolo distribuito (cluster Beowulf) fino ad essere incorporato in alcuni videoregistratori digitali e nei telefoni cellulari.

14 giu

Mozilla ha rilasciato la nuova versione 3.0.11 del suo browser, che copre nove falle di sicurezza.
Per gli utenti che già utilizzano le versioni 3.0.XX il pacchetto di aggiornamenti verrà scaricato e installato automaticamente.

Delle vulnerabilità corrette da FireFox, quattro sono classificate come critiche, questo significa che possono essere sfruttate da malintenzionati per eseguire script o codici maligni a distanza.
Due di questa vulnerabilità riguardano la gestione dei JavaScript e delle Applet Java.

Per chi volesse controllare la lista dei bug risolti da questa nuova release può guardare qui.

FireFox 3.0.11 può essere scaricato manualmente da qui

13 giu

Il nuovo browser di casa Apple, in soli tre giorni è stato scaricato da 11 milioni di persone di cui 6 milioni sono utenti Windows, probabilmente alla ricerca di un browser alternativo a Internet Explorer.


In questa versione Apple si è concentrata sulla velocità, infatti si ha presentato Safari 4 come il browser più veloce nel panorama internet.

Vediamo ora nel dettaglio le modifiche apportate rispetto alla versione precedente:

  • Inserimento dei Top Sites, come in Google Chrome vengono visualizzati i siti più usati in comode e intuitive anteprime.
  • Possibilità di scoprire quali sono i siti (presenti nelle anteprime) che hanno subito modifiche dall’ultimo accesso. Comparirà una piccola stella nella parte superiore sinistra dell’anteprima.
  • Introduzione del sistema Cover Flow (lo stesso usato sull’iPhone e sull’iPod per sfogliare le copertine) per la gestione della cronologia
  • Introduzione del sistema Full History Search per la visualizzazione delle anteprime delle pagine visitate in passato.
  • Introduzione del Nitro Engine, sistema che permette a Safari 4 di ottenere prestazioni molto elevate in fattore velocità.

I requisiti di sistema per poter usare il browser di Apple con Windows sono:

  • Windows XP o Windows Vista
  • Scheda che supporti DirectX 9.0 con 64 Mbyte di ram per poter utilizzare Top Sites e Cover Flow
  • Consigliati 256 Mbyte di ram.
11 giu

Jean Meyer e Sacha Pavan, due giovani informatici francesi creatori del noto sito bankexam.fr, enorme database di testi in PDF relativi a prove di esame di ogni tipo, hanno ideato il nuovo sito jeveuxmesnotes, che promette, dietro al pagamento di una modica somma, di rivelare in anteprima il risultato degli esami di maturità al termine del ciclo di studi.


Osserviamo ora i costi nelle immagini sottostanti tratte dal sito:
Promozioni valide fino al 18 Giugno

Costi dopo il 18 Giugno

Secondo quanto affermano i creatori del sito il candidato sarà in grado di sapere l’esito dell’esame già nella serata dopo aver sostenuto la prova.
Il candidato dovrà essere in grado di esporre le domande fattegli e le risposte da lui date in sede di appello.
Jean e Sacha si sbilanciano e propongono un risarcimento in caso di errore in positivo o in negativo.