Crea sito


Tutte le novità dal mondo informatico

31 gen

Dopo due anni di sviluppo e di migliorie il famoso navigatore gratuito per palmari e cellulari Nav4All chiude i battenti.
Lo comunica l’azienda con un email a tutte le persone che almeno una volta hanno fatto uso di questo software.

Nav4All era praticamente l’unica vera alternativa ai navigatori a pagamento, in quanto sfruttando la connessione internet scaricava mappe e voci in modo totalmente gratuito.

Nella mail inviata da Nav4All ai suoi 27 milioni di utenti viene spiegata la dismissione a causa del termine della concessione della licenza per l’utilizzo delle mappe Navteq ( completamente di proprietà Nokia) e del mancato rinnovo della stessa.

Il servizio Nav4All ha termine oggi 31 gennaio 2010 e tutti gli utenti sono costretti a migrare verso altri navigatori più complessi e probabilmente a pagamento.

Cosa ha spinto Navteq a non rinnovare la licenza?

La motivazione è molto più semplice di quello che ci possa aspettare. Infatti se da una parte troviamo Google che offre servizi e mappe online, dall’altra troviamo Nokia che dopo aver perso quote di mercato negli scorsi anni adesso ha visto salire verso l’alto le proprie azioni con l’ormai prossimo lancio del software gratuito Ovi Maps.
Quindi risulta chiaro il motivo del mancato rinnovo della licenza a Nav4All da parte di Navteq, società di proprietà Nokia.
In questo modo la società finlandese si assicura nuovi utenti costretti a cambiare software di navigazione.

30 gen

Un Codice QR (in inglese, QR Code) è un codice a matrice (o codice a barre bidimensionale) creato dalla corporation giapponese Denso-Wave nel 1994. Il “QR” deriva da “Quick Response” (Risposta Rapida), poiché il creatore pensava ad un codice che consentisse una rapida decodifica del suo contenuto. I codici QR sono maggiormente comuni in Giappone e sono attualmente il più popolare tipo di codice bidimensionale in quel paese.

Il Qr è un tratto di unione tra il mondo “virtuale” e il mondo cartaceo, una porta di accesso a contenuti virtuali che non troverebbero spazio in fogli stampati e che invece arrivano via web direttamente sul monitor del telefonino.

Come visualizzare un Qr Code?

Per visualizzare un Qr è code è necessario un cellulare di “ultima generazione” con fotocamera e un programma apposito di decodificazione.
Infatti basta aprire il programma e puntare la fotocamera del telefonino sul codice e prenderanno vita sul monitor tutte le informazioni multimediali che esso contiene.

In Giappone il codice Qr è approdato praticamente in ogni ambito: lo si può trovare al supermercato consentendo così un rapido confronto con altri prodotti, sulle facciate dei palazzi, al posto delle foto sulle lapidi al cimitero e addirittura sui biglietti da visita.
Quest’ultimo utilizzo consente di rendere immediatamente digitali tutte le informazioni contenute: numero di telefono, indirizzo e-mail, sito internet ecc…

A Londra sono presenti nei manifesti delle metropolitane, nei volantini di alcune feste… Chi li inquadra legge il contenuto e scopre ogni informazione, mentre per gli altri rimangono privi di alcun significato.

Il Qr code può contenere fino a 4.296 caratteri, non solo video e pagine web, quindi può essere facilmente usato per comunicare informazioni che necessitano di un utilizzo digitale, come ad esempio rubriche e calendari eventi, che in questo modo sono rapidamente integrabili con la rubrica del cellulare.

Gli utilizzi del codice Qr sono infiniti, vanno dal manifesto pubblicitario ai biglietti da visita.
Con una rapida ricerca su Google si possono trovare svariate curiosità: c’è addirittura chi stampa magliette contenenti Qr code, in questo modo può girare tranquillamente riportando sulla maglietta una scritta d’amore verso la propria ragazza.

Che programmi sono necessari per poter “leggere” il Qr code?

Barcode Reader Nokia

BarCode Reader iPhone

Barcode Reader BlackBerry

Barcode Reader Samsung

Come creare un codice Qr?

Creare un Qr code è molto più semplice di quello che ci si possa aspettare.
Basta andare sul sito Kaywa e scegliere che tipo di contenuto si vuole inserire.
La scelta è tra:
- Indirizzo Web (URL)
- Testo
- Numero telefonico
- SMS

30 gen

Microsoft sta già lavorando a Windows 8, il successore del giovane Windows 7, alcune indiscrezioni parlano di un sistema operativo che supporti processori a 128 bit.

Questo lascia un po’ perplessi poiché a tre anni dall’uscita dei processori a 64 bit questi non hanno ancora preso piede specialmente nel mondo consumer.
Microsoft cerca di velocizzare, a suo modo, l’abbandono dei processori a 32 bit.

La vera notizia è che Windows 8 potrebbe uscire già l’anno prossimo a luglio, seguito nel 2012 da Office.
Queste sono solo indiscrezioni che arrivano da un ex dipendente Microsoft, Chris Green, il quale ha reso noto un grafico che comprende l’aggiornamento del ciclo di supporto per i prodotti dell’azienda che include anche le prossime versioni del sistema operativo e della suite per l’ufficio.

Leggendo il grafico si può constatare che Windows 8 dovrebbe uscire nel 2011 e Office 15 nel 2012 insieme alla versione server del sistema operativo.

Queste previsioni potrebbero sembrare prive di fondamento, ma Microsoft stessa aveva fatto sapere di voler ridurre il tempo che intercorre tra una release e l’altra dei proprio prodotti.

27 gen

Steve Jobs ha presentato a San Francisco l’iPad, il nuovo minicomputer multimediale, mostrando alla platea il tablet, «un prodotto fenomenale» e una via di mezzo tra un laptop e l’iPhone. «Ci sono in circolazione computer portatili a poco prezzo. Noi abbiamo qualcosa di meglio» ha detto Jobs, spiegando che il prodotto è «migliore di un laptop e migliore di uno smartphone».

Vediamo ora nel dettaglio le caratteristiche di questo tablet:

- Schermo da 9,7 pollici multitouchscreen con una tastiera virtuale
- Risoluzione 1024×768
- Stessi software di iPhone + nuovi studiati appositamente
- Suite iWork
- Sincronizzabile con iPhone e a sua volta con iTunes
- iBook per comprare libri
- 10 ore di batteria a lavoro
- 1 mese di batteria in standby
- Studiato per leggere riviste e libri

Negli Stati Uniti questo gioiello tecnologico viene venduto a:

L’iPad è disponibile in due versioni e in tre formati per un totale di sei configurazioni possibili.
Una versione “WiFi” dotata di connettività WiFi 802.11n e di un modulo bluetooth 2.1 e una versione 3G che dispone anche di una parte telefonica in grado di ospitare le nuove micro-SIM GSM e supportare il trasferimento dati 3G.

La connettività costerà 14,99 $ per 250 Mb di dati e 29,99 $ la connessione AT&T con traffico di dati illimitato.

In America i modelli WiFi saranno disponibili in 60 giorni mentre per i modelli 3G l’attesa sarà di 90 giorni.

Ecco gli accessori:

iPad Keyboard Doc:

L’iPad Keyboard Dock è una base per il caricamento dell’iPad con una tastiera Apple integrata. Il dock consente il caricamento dell’iPad usando un adattatore USB.

iPad Case:

L’iPod Case è una particolare custodia per iPad che, oltre a proteggere il device, può essere piegata in diverse posizioni

iPad Dock:

L’iPad Dock è sostanzialmente un iPad Keyboard Dock senza la tastiera.

iPad Camera Connection kit:

Camera Connection Kit è un insieme di due accessori per l’importazione su iPad di foto e video direttamente da una camera digitale.

iPad USB Power Adapter:

L’adattatore da 10W consente il caricamento di iPad direttamente da una presa elettrica.

Cosa ne pensano in casa Apple?

Ive :“Non c’è un modo giusto o sbagliato di tenerlo non devo cambiare me stesso per adattarmi al prodotto è il prodotto che è adatto per me”

Ive:”Tenere Internet in mano sembra proprio la cosa giusta, quando vedi qualcosa allunghi la mano, fai tap. Non ci pensi, lo fai e basta”

Jobs: “Abbiamo quel che ci vuole per far prender piede ad una terza categoria di prodotti”

26 gen

Ieri 25 gennaio è stata rilasciata la nuova versione stabile di Google Chrome  per Windows.
Le novità sono molte, ma tra le più attese spicca l’introduzione delle estensioni e la sincronizzazione dei segnalibri.

Le estensioni consentono di aggiungere nuove caratteristiche e funzioni al browser, alcune forniscono l’accesso con un click ad alcune delle applicazioni web preferite, come Facebook, Twitter,eBay. Altre permettono di facilitare e migliorare la navigazione on-line.
Google ha già allestito una galleria dove sono raccolte più di 1500 estensioni.

Bookmark sync è una nuova funzione utile a tutti quelli che sono costretti per lavoro o per diletto a lavorare su computer diversi, che permette di sincronizzare i preferiti su tutti i pc.
In questo modo quando si aggiunge un segnalibro su un computer, viene automaticamente aggiunto su tutti gli altri.

Google migliora Chrome anche dal punto vista delle prestazioni: garantisce un miglioramento della velocità di navigazione del 42% rispetto alla versione 3 del browser e del 400% rispetto alla prima versione stabile rilasciata.

26 gen

Dal lontano 2002 in Turchia vige una legge che rende legale la censura del web e dei media, così molti siti popolari sono stati resi inaccessibili (come ad esempio YouTube, le news di Google e tanti altri)  per lo più per ragioni politiche.

Per cercare di mutare questa triste realtà i cittadini turchi hanno ideato un nuovo e singolare tipo di protesta.
Hanno deciso di manifestare sulle vie di Google Maps dando così luogo a un affascinate e si spera utile moto non violento.

Questa “manifestazione virtuale” partirà da piazza Taksim e arriverà muovendosi pixel per pixel fino al palazzo del parlamento.

Per modificare il proprio personaggio o semplicemente per posizionarsi sulla mappa basta usare Google Docs.
Questo rende ogni utente “diverso” dagli altri e così oltre a manifestare si scatena un grande gioco sociale che coinvolge tutti gli utenti del web.

La manifestazione si stima abbia avuto circa 1 miliardo di utenti creando così un evento unico nel suo genere.

25 gen

Sommario
<<<

Introduzione

In tutti gli uffici, scuole e in molti appartamenti sono presenti più computer collegati tra loro tramite un cavo incrociato. Si dice che questi PC sono in rete ovvero possono scambiare informazioni tra loro come ad esempio condividere un documento ecc. Però la connessione tramite cavo presenta un piccolo grande problema quello di portare il cavo nelle diverse stanze. Problema che si riscontra prevalentemente nelle aree domestiche dove è quasi impossibile portare i cavi da stanza a stanza.

La tecnologia Wi-Fi ci toglie questo problema poiché grazie a dei semplici dispositivi (emettitore e ricevitore) possiamo creare una rete di computer senza l’ausilio di cavi.

Torna all’indice

Definizione:

Il Wi Fi (Wireless Fidelity) è una tecnologia di connessione digitale senza filo che amplifica le potenzialità delle reti locali.

Torna all’indice

Metodi di utilizzo

1)Come abbiamo detto in precedenza possiamo utilizzare questa tecnologia per creare reti locali quindi collegare più computer comunicanti tra loro.

Per farlo ci servono un emettitore e un ricevitore (antenna)

WI-FI.1.jpg

In questa figura possiamo capire meglio il funzionamento di una rete Wi Fi.

Unica nota importante da tenere sotto controllo è la distanza tra un dispositivo e l’altro che non deve essere superiore a 100 metri.

2)Ovviamente questa tecnologia può anche essere usata per collegare un solo computer alla banda larga (ADSL o Fibra Ottica).

Per fare questo dobbiamo disporre di un Router Wi Fi (se il nostro è un modem USB dobbiamo procurarci un Modem Wi Fi) e di un antenna da installare sul computer (se è un portatile di ultima generazione dispone di un’antenna  integrata).

Torna all’indice

Vantaggi e svantaggi

Vantaggi

  • Eliminazione dei cavi di rete Ethernet
  • Nel caso si disponga di un portatile accesso a Internet garantito in tutte le aree coperte
  • Prezzi contenuti

Svantaggi

  • Tempo di latenza leggermente superiore alle reti baste su cavi
  • Stabilità del servizio, la potenza del segnale può essere disturbata da agenti esterni quali forno a microonde
  • Dubbio sulla nocività delle onde prodotte dal Wi Fi.

Torna all’indice

Sicurezza delle reti Wi-Fi

Come si potrà immaginare una rete senza fili può essere soggetta all’intrusione non autorizzata di chiunque si trovi a meno di 100 metri dall’emettitore.

Questo non è accettabile e per questo il sistema Wi Fi prevede uno standard di sicurezza che cripta i nostri dati con delle password rendendoli illeggibili per i computer non autorizzati, queste password vengono cambiate dal sistema ogni due minuti circa.

Torna all’indice

Come fare per rendere più sicura una rete Wi Fi?

Non esiste un procedimento per rendere la nostra rete sicura al 100%  però possiamo seguire una serie di accorgimenti che renderanno la nostra connessione Wi Fi sicura.

  • Posizioniamo il Router al centro del edificio o dell’ufficio e regoliamo la potenza del segnale al minimo. In questo modo evitiamo che il segnale esca dalla nostra abitazione o dal nostro ufficio e in questo modo limitiamo i possibili danni che queste onde potrebbero avere sul nostro corpo (sono le stesse che vengono utilizzate per cuocere a microonde).
  • Il  Mac Address è un numero che identifica unanimemente ogni oggetto in rete. Se avete la possibilità di bloccarlo è un’ottima garanzia.
  • Impostare una cifratura WPA con una password sicura.
  • Impostare degli IP statici in modo da complicare il compito a chi cerca di entrare nella nostra rete. Quindi disabilitare la funzione DHCP
  • Non diffondete il SSID disabilitando il broadcast del SSID

Torna all’indice

È vero che il Wi-Fi fa male?

Scientificamente non vi è nulla di provato perciò non è possibile sbilanciarsi né da una parte, né dall’altra però possiamo parlare in modo oggettivo dei dati che ci vengono forniti.

I rilevamenti delle emissioni WiFi condotti durante la trasmissione in una scuola sono risultati 600 volte inferiori ai limiti di sicurezza e tre volte superiori al segnale emesso da una stazione radio base della rete cellulare.

Questi dati così elencati ci dicono tutto e non ci dicono niente. Proviamo ora a capirci qualcosa di più.

L’ente Britannico ha stabilito che stare un anno in una zona coperta dal segnale Wi Fi corrisponde a circa una telefonata con il cellulare della durata di 20 minuti.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha stabilito che i bassissimi livelli di esposizione e dei risultati di ricerca raccolti fin qui, non ci sono prove scientifiche convincenti di effetti nocivi sulla salute da parte dei deboli segnali RF delle stazioni base e delle reti senza fili.

Tanto per fare alcuni esempi a parità di esposizione sono più nocive le onde trasmesse dalle antenne radiotelevisive di quelle emesse da un apparato Wi Fi.

Torna all’indice

24 gen

Quante volte ci è capitato di non vedere correttamente alcuni siti con Firefox? Con questa breve guida vediamo quali sono e come installare le estensioni più importanti.

Procediamo per passi graduali, iniziamo a vedere come si installa una nuova estensione e dove reperirla.

  1. Avviamo Firefox e nella barra dell’indirizzo scriviamo: https://addons.mozilla.org/it/firefox. Ci apparirà questa pagina.
  2. Per trovare un’estensione ci sono due metodi: scrivere il nome nel motore di ricerca del sito oppure conoscere l’indirizzo dell’estensione.
  3. Per installare l’estensione è sufficiente cliccare sul pulsante Aggiungi a Firefox. 
  4. Vedremo comparire una nuova finestra e clicchiamo sul pulsante Installa adesso.
  5. Apparirà il pannello Componenti Aggiuntivi e selezioniamo Riavvia Firefox.

Dopo aver visto come trovare e installare un’estensione vediamo come si configurano le estensioni.

Premetto che la maggior parte delle estensioni dispone già di configurazioni preimpostate.

  1. Entrare nel pannello Componenti Aggiuntivi dal menu Strumenti.
  2. Clicchiamo sul pulsante a forma di puzzle
  3. Andiamo sull’estensione che vogliamo configurare e clicchiamo sul pulsante Opzioni.

Infine vediamo come disinstallare un’estensione.

  1. Entriamo nel pannello componenti Aggiuntivi dal menu Strumenti
  2. Clicchiamo sull’icona a forma di puzzle
  3. Andiamo sull’estensione che vogliamo rimuovere e clicchiamo sul pulsante Disinstalla e confermiamo la scelta.
  4. Riavviare Firefox affinché le modifiche diventino attive

Dopo questa prima parte di teoria, noiosa lo so, ma necessaria, iniziamo a vedere quali estensioni è possibile installare.

Iniziamo con le tre estensioni fondamentali.

IE Tab

Molti siti internet sono stati ottimizzati per funzionare solo con Internet Explorer (quei siti che non riusciamo a vedere correttamente di cui parlavamo all’inizio).
Con questa estensione riusciamo ad aggirare questa restrizione e visualizzare correttamente le pagine Web.
Come funziona?
Ogni qual volta ci si presenta una pagina che non riusciamo a visualizzare correttamente basterà cliccare sull’icona di Firefox che troviamo in basso a destra e quella pagina verrà caricata con il motore di Internet Explorer.

Scarica l’estensione qui. (Sito ufficiale Mozilla Firefox)

Tab Mix Plus

Grazie a questa estensione possiamo trovare tantissime regolazioni relative alle schede di navigazione per Firefox.

Scarica l’estensione qui. (Sito ufficiale Mozilla Firefox)

Tab Scope

Interessante estensione che permette di recuperare più rapidamente una pagina già visitata. Infatti ogni scheda sarà corredata da una piccola anteprima.

Scarica l’estensione qui. (Sito ufficiale Mozilla Firefox)

Adesso vediamo tre estensioni che ci permettono di sfruttare al meglio Google.

CustomizeGoogle 0.76

Questa estensione permette di correggere alcuni difetti presenti nel noto motore di ricerca. Infatti, è possibile disattivare la pubblicità, aggiungere ulteriori collegamenti a motori di ricerca esterni.

Scarica l’estensione qui. (Sito ufficiale Mozilla Firefox)

GooglePreview

Interessante estensione che permette di trovare più rapidamente un sito che stiamo cercando, infatti, inserisce una piccola anteprima illustrata a tutti i risultati delle nostre ricerche.

Guarda il risultato di una ricerca qui.

Scarica l’estensione qui. (Sito ufficiale Mozilla Firefox)

gTranslate

Google offre un servizio per la traduzione automatica, purtroppo questo servizio è scomodo da usare in quanto è ben nascosto tra i collegamenti. Questa estensione ci permette di tradurre una parola o una parte di testo semplicemente selezionando quella determinata parte, cliccando con il tasto destro e cliccando su Translate.

Scarica l’estensione qui. (Sito Ufficiale Mozilla Firefox)

Per il momento le estensioni più utili sono presenti, però questa guida verrà aggiornata costantemente nel corso del tempo.

24 gen

La maggior parte delle informazioni presenti nel web non sono strutturate in modo semplice, basti pensare a un blog qualsiasi dove si alternano testi, immagini e foto. Per questo motivo è difficile per un computer estrapolare le informazioni necessarie ed è indispensabile la presenza umana per eseguire un lavoro di sintesi e comprensione delle pagine web.

Per migliorare la ricerca e per una migliore comprensione del web lo scorso anno il colosso di Mountain View aveva annunciato Google Squared e Rich Snippets .

Cos’è Google Squared?

Google Squared è un nuovo servizio di Google capace di generare delle tabelle contenenti una lista di termini e di associare ad ognuno di essi degli attributi.
Per esempio se inseriamo [european countries] come termine di ricerca, otteniamo come risultato una tabella contenete alcune nazioni europee e per ognuna di esse viene visualizzata una foto, una breve descrizione, la capitale, la valuta in uso, il sistema politico e la superficie della nazione.
Inoltre è possibile inserire ulteriori campi (ad esempio: Popolazione, Religione, Lingua ecc.)

Inizialmente questa funzione disponeva di soli 7 risultati, ora invece è possibile visualizzarne altri 10.
Inoltre Google Squared utilizza un sistema di sottolineatura delle parti più importanti, rendendo così più semplice la lettura.

Cos’è Rich Snippets?

Rich Snippet è una funzione ideata da Google che permette di visualizzare alcuni dati strutturati, come ad esempio le recensioni di prodotti e servizi, direttamente sui link di ricerca di Google.
Inoltre sfruttando il sistema  micro-formato hCalendar ha aggiunto un gestore di eventi.
Un esempio di risultato potrebbe essere questo:

Il nuovo formato visualizza direttamente i link ai vari eventi, riportando anche la data. In questo modo gli utenti possono controllare rapidamente se ci sono eventi interessanti.
Google incoraggia i webmaster che hanno un sito di eventi di seguire alcune regole per rappresentare le loro proposte.

22 gen

Sul sito di Poste Italiane si legge:

“Attenzione alle e-mail sospette!
Negli ultimi tempi va diffondendosi un fenomeno conosciuto con il termine di “phishing”: una frode finalizzata all’acquisizione, per scopi illegali, di dati riservati.
Il furto di identità viene realizzato attraverso l’invio di e-mail contraffatte, con la grafica ed i loghi ufficiali di aziende ed istituzioni, che invitano il destinatario a fornire informazioni personali, motivando tale richiesta con ragioni di natura tecnica.

Se prestare attenzione alle e-mail ricevute è obbligatorio, a maggior ragione se riceviamo un messaggio inviato con il nome di “Poste Italiane” dobbiamo valutare molto attentamente il contenuto.

Spesso esso riguarda bonus, premi in denaro, ecc.. A fine messaggio è presente un link che porterà direttamente su un sito strutturato in modo identico a quello delle Poste Italiane in cui saranno richiesti il numero della carta di credito e il codice pin o il numero a tre cifre riportato sul retro.

In questo modo cibercriminali senza scrupoli saranno in grado di “prosciugare” il vostro conto prima che possiate accorgervene.

Il messaggio sottostante è un esempio classico di e-mail sospetta:

(Gli errori grammaticali presenti nel testo del messaggio sono tutti originali della mail ricevuta.)

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

Da: Poste Italiane (BancoPosta) <[email protected]>

Inviato: Ven 22 gennaio 2010, 01:40:08

Oggetto: Bonus di fedeltà – 750,00 EURO

” Congratulazioni ”

Gentile Cliente,

Mondo BancoPosta premia il suo account con un bonus di fedeltа pari a 751,00 Euro.

Il bonus le sarrа accreditato nelle prossime 48 ore.

Per ricevere il bonus и necesario accedere ai servizi online entro 48 ore dalla ricezione di questa e-mail.

Importo bonus vinto: 751,00

Comissioni: 1,00

Importo totale: 750,00

Accedi ai servizi online per accreditare il bonus fedeltа <<<<< Qui era presente il link al sito contraffatto

La ringraziamo per aver scelto i nostri servizi .

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

Qualche consiglio utile:

  • Nel caso riceviate un e-mail di questo tipo chiamate il numero verde di Poste Italiane al numero: 803.160 con operatore dal lunedì al sabato dalle 8,00 alle 20,00. In questo modo potrete verificare se il messaggio ricevuto è originale.
  • Aggiornate i browser internet (Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Opera…) ,poiché molti di questi siti “pirata” sono già stati bloccati e nelle nuove versioni viene segnalato il rischio di frode.

Prestate sempre molta attenzione alle e-mail che vi richiedono il conto corrente, il numero di carta di credito ecc. In caso di dubbi chiamare sempre i call center delle diverse aziende in modo da capire per tempo se quella che abbiamo ricevuto è un’e-mail contraffatta.